Lingua   

Marika

Roberto Vecchioni


Lingua: Italiano

Scarica / ascolta

Loading...

Guarda il video

Loading...

Ti può interessare anche...

Porta Romana bella
(anonimo)
Waterloo
(Roberto Vecchioni)
Il cielo di Austerlitz
(Roberto Vecchioni)


Dall'album Rotary Club Of Malindi (2004)
roberto-vecchioni-marika-63126553

“Marika” è il racconto di una donna e di quello che sarebbe potuta essere, oppure di quello che avrebbe vissuto se non avesse deciso di farsi saltare in aria.

«Canta, Marika, canta, come sei bella l' ora del destino/ ora che stringi la dinamite come un figlio in seno... Ho imparato l' odio come se fosse l' ultima preghiera/ rabbia s' è fatta rabbia tutto l' amore che c' era». Così, nel nuovo album «Rotary Club of Malindi» canta Roberto Vecchioni in «Marika», il nome di una terrorista che sta per compiere un attentato suicida, combattuta fra la causa, l' incitamento dei compagni da un lato e l' amore per la vita e la famiglia e la paura di morire dall' altro. Un canzone che farà discutere perché totalmente centrata sulla protagonista e sulla sua fede senza una parola per chi di quella violenza sarà vittima. «Alt - replica Roberto Vecchioni -. Non credo che la mia storia personale e politica possa far sospettare simpatie per i terroristi. Ho semplicemente voluto cantare, in un disco non politico, una situazione personale di conflitto». «Marika» tuttavia è stata l' unica canzone del disco in cui c' è stato conflitto fra Vecchioni e il suo produttore Mauro Pagani. «In effetti - spiega il cantautore - io volevo che Marika rinunciasse al suo gesto. Pagani era dell' idea che fosse un finale poco credibile, così l' epilogo rimane nel vago».

Corriere della Sera
Canta Marika canta che da domani tornano le stelle,
canta noi siamo il sangue che scorre nella tua pelle,
canta non ti fermare, non ti voltare, gira tra la gente,
siamo nelle tue mani, un vento sale un vento scende
dietro è il domani, domani è il presente.

Canta Marika canta, come sei bella l'ora del destino,
ora che stringi la dinamite come un figlio in seno,
canta Marika canta, nel buio della storia,
lucciola che si accende sul far della sera,
canta Marika la nostra memoria.

Non vedrò com'è il vestito che si comprerà mia figlia,
la preghiera della notte intorno al fuoco di famiglia,
non vedrò più l'uomo che mi seminava dentro il cuore
l'ora dell'amore, l'ora dell'amore.

Canta Marika canta siamo i tuoi occhi
siamo il tuo sorriso, canta che Dio ti guarda
che anche sulla terra c'è il paradiso,
stringiti forte il fiore che porti sotto il vestito nero,
volano duri petali per ricoprire il mondo intero
non la tua terra, non il nostro cielo.

Non vedrò più la mia terra, non vedrò
i colori del mio cielo, l'albero che mi chiamava
sulla via di scuola e rispondevo,
il quaderno delle cose
quelle che scrivevo a me sola;
vola il tempo vola, qui che sono sola.

Canta Marika canta la vita
è semplice come un bambino
e arriva l'alba di un nuovo mattino,
dove mangeremo pane così tanto dolce
che saprà di miele,
senza vuotare mai un giorno il bicchiere
senza vedere in cielo quei lampi e quei tuoni...

Canta Marika canta, per la tua terra per la tua gente,
perché sorgeranno case dove non c'era niente,
perché giocheremo in cerchio intrecciando le dita,
e potremo finalmente aspettare la vita.

Canta Marika canta nel tempo che vola,
canta Marika canta, che non sei più sola

inviata da DoNQuijote82 - 4/3/2012 - 10:46



Lingua: Inglese

Versione inglese da youtube
"Sing Marika sing
why tomorrow the stars will return
sing we are the blood flowing in your veins
sing don't stop
don't look back
walk among the people

We are in your hands
a wind blows a wind calms
rear is tomorrow
tomorrow is the present

MARIKA

Sing Marika sing
you are so beautiful in the hour of destiny
now that hold the dynamite
like a child in your womb

Sing Marika sing
in the darkness of history
firefly which lights at dusk
sing Marika our memory

I'll never see more my home lit by the stars
the smile of my father and my sisters
and the man who placed in my heart
the hour of love
the hour of love

I cannot see how will be
the dress wich will wear my daughter
I cannot listen prayer of the night
near around the family fireside

I will not see the man
who sowed in my heart
the hour of love
the hour of love

Sing Marika sing
we are your eyes
we are your smile
Sing while God is watching you
why also on earth there's paradise

Hold strong the flower
hidden under your black dress
Hard petals fly to hit the whole world
not your land
neither our heaven

I cannot see my land
and the color of my sky
the tree which called me
on the way to school
and I answered

I cannot see the diary of the things
those who I wrote to myself
Now time flies
I was not alone

I learned the hate
as it was the last prayer
anger became rage
all the love that was

I'm afraid to die
die now
until the time flies
till I'm lonely

Sing Marika sing
life is simple as a child
and come the dawn of a new morning
when we can eat bread so sweet
to have the taste of honey
never spend one day with the empty glass
and without see in the sky
lightning or thunder

Sing Marika sing
for your land
for your people
because will arise new houses
where before there was nothing
why we can play a round dance
entwining the fingers
and finally wait life

Sing Marika sing
in time flying away
Sing Marika sing
you're not lonely anymore"

inviata da DoNQuijote82 - 4/3/2012 - 10:47


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org