Lingua   

Εἰς ἑαυτόν (Ode n. 26)‎

Anacreonte‎ / Ἀνακρέων


Lingua: Greco antico


Ti può interessare anche...

Ο]ἰ μὲν ἰππήων στρότον (Ode ad Anattoria /Frammento 16 V.)
(Angélique Ionatos & Nena Venetsanou / Αγγελική Ιονάτου και Νένα Βενετσάνου )
Εἰρήνη, Χορός Α', 301-345 [La Pace, Coro I, 301-345 / Peace, Chorus I, 301-345]
(Aristofane / Ἀριστοφάνης)
Αρκαδία IV - ᾩδαί
(Mikis Theodorakis / Mίκης Θεοδωράκης)


‎[VI secolo a.C.]‎
Si tratta della ventiseiesima composizione delle “Odi” del poeta di Teo.‎
Musica scritta nel 1926 dal compositore francese ‎‎Albert Roussel per la sua "Sur lui-même", op. 32 ‎no. 1 per pianoforte e voce.‎

Trovata su The Lied, Art Song and Choral Texts Archive.‎

Ὅταν ὁ Βάκχος ἔλθηι,‎
εὕδουσιν αἱ μέριμναι,‎
δοκῶ δ᾽ ἔχειν τὰ Κροίσου.‎
θέλω καλῶς ἀείδειν·
κισσοστεφὴς δὲ κεῖμαι,‎
πατῶ δ᾽ ἅπαντα θυμῶι.‎
ὅπλιζ᾽· ἐγὼ δὲ πίνω.‎
φέρε μοι κύπελλον ὦ παῖ·
μεθύοντα γάρ με κεῖσθαι
πολὺ κρεῖσσον ἢ θανόντα.‎

inviata da Bartleby - 7/2/2012 - 13:34




Lingua: Italiano

Traduzione francese di Ernest Falconnet da The Lied, Art Song ‎and Choral Texts Archive.‎
SUR LUI MÊME

Dès que Bacchus m'apparaît, ‎
mes chagrins s'endorment, ‎
je crois posséder tous les trésors de Crésus, ‎
et je fais entendre des sons plus aimables. ‎
Étendu sur ma couche mollement, ‎
couronné de lierre, ‎
il n'est rien que je ne foule aux pieds. ‎
Combattez, moi je bois. ‎
Donne-moi ma coupe, jeune enfant; ‎
j'aime bien mieux tomber ivre que mort.‎

inviata da Bartleby - 7/2/2012 - 13:36




Lingua: Italiano

Tentativo di traduzione italiana (a partire da quella francese) di Bartleby.‎
SU SÉ STESSO

Non appena Bacco mi appare
i miei dispiaceri si addormentano, ‎
credo di avere tutti i tesori di Creso, ‎
e mi riescono i versi più piacevoli.‎
Mollemente sdraiato, ‎
incoronato d’edera, ‎
non c’è nulla che io calpesti.‎
Combattete pure, io bevo.‎
Passami la mia coppa, ragazzo:‎
preferisco cadere ubriaco che cadere ucciso.‎

inviata da Bartleby - 7/2/2012 - 14:05


Credo che l'espressione "fouler aux pieds" abbia un significato diverso che "calpestare"... Penso che sia meglio tradurla con "non c'è nulla che mi turbi", nel senso che non c'è nulla che indurrebbe Anacreonte ad arrabbiarsi e a combattere una volta che è tra le braccia di Bacco...

Bartleby - 7/2/2012 - 15:45


Bella scelta, Bartleby. Nei titoli, però, vanno messi accenti e spiriti, trattandosi di lingua greca antica. Se RV volesse provvedere agli σκουλίκια, cioè ai vermetti, come si chiamano nel gergo studentesco greco, potrebbe approfittare per sistemare anche il titolo di una canzone inviata tempo fa da me: l'Arkadia di Theodorakis su testi di Kalvos, dove Ωδαί esibisce un accento mal collocato.

Gian Piero Testa - 8/2/2012 - 07:00


Alla fine, navigando navigando, ce l'ho fatta a piazzare i "vermetti" sul titolo, e anche a spostare per l'ennesima volta la entry principale del nome dell'autore, che in questo sito, per ovvi motivi di reperibilità, deve essere sempre in alfabeto latino. Altrimenti si costringe tutto il mondo a imparare il greco, se deve ricercare sotto Ἀνακρέων.

Riccardo Venturi - 26/6/2012 - 23:20


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org