Lingua   

Somos livres [Uma gaivota voava, voava]

Ermelinda Duarte


Lingua: Portoghese


Ti può interessare anche...

Hino de Caxias
(Vasco Costa Marques)
Taberna do diabo
(Cancioneiro do Niassa)
Vejam bem
(José "Zeca" Afonso)


Somos Livres

Portogallo, primavera del 1974.
I militari, stanchi di combattere assurde guerre per mantenere i possedimenti coloniali in Africa, con un colpo di stato incruento depongono il dittatore Marcelo Caetano, continuatore del regime instaurato nel 1926 da Antonio Salazar. Il governo militare provvisorio concede l'indipendenza ad Angola, Mozambico e Guinea Bissau e nel 1976 si tengono libere elezioni.
La canzone di Ermelinda Duarte è uno degli inni della "Rivoluzione dei Garofani" intrapresa dai "Capitani di Aprile"
Ontem apenas
fomos a voz sufocada
dum povo a dizer não quero;
fomos os bobos-do-rei
mastigando desespero.

Ontem apenas
fomos o povo a chorar
na sarjeta dos que, à força,
ultrajaram e venderam
esta terra, hoje nossa.

Uma gaivota voava, voava,
assas de vento,
coração de mar.
Como ela, somos livres,
somos livres de voar.

Uma papoila crescia, crescia,
grito vermelho
num campo cualquer.
Como ela somos livres,
somos livres de crescer.

Uma criança dizia, dizia
"quando for grande
não vou combater".
Como ela, somos livres,
somos livres de dizer.

Somos um povo que cerra fileiras,
parte à conquista
do pão e da paz.
Somos livres, somos livres,
não voltaremos atrás.

inviata da Alessandro - 23/5/2006 - 22:56



Lingua: Italiano

Versione italiana tratta da La musica dell'altra Italia, sezione Canzoniere internazionale.
SIAMO LIBERI

Soltanto ieri
Eravamo la voce soffocata
Di un popolo che diceva no
Eravamo i buffoni di corte
Masticando disperazione

Soltanto ieri
Eravamo un popolo che piangeva
Ai piedi di chi con la forza
Oltraggiava e vendeva
Questa terra oggi nostra
Questa terra oggi nostra....

Un gabbiano volava volava
Ali di vento cuore di mare
Come lui
Siamo liberi
Siamo liberi
Di volare

Un papavero cresceva cresceva
Grido vermiglio in mezzo ad un campo
Come lui
Siamo liberi
Siamo liberi
Di crescere

Un bambino diceva diceva
Quando sarò grande non combatterò
Come lui
Siamo liberi
Siamo liberi
Di dire

Siamo un popolo che serra le fila
Parte alla conquista del pane e della pace
Siamo liberi
Siamo liberi
Non torneremo
Indietro.

inviata da Riccardo Venturi - 16/8/2006 - 14:52



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org