Lingua   

Disumanità

VillaZuk
Lingua: Italiano (Calabrese)


Ti può interessare anche...

Strazzuni e patruni
(I musicanti del vento)
Lu bene re la mamma sì tu, figghja
(Francesca Prestia)


[2011]

Album :"...a colorare Libertà"

50488919
Cuntannu tutti i danni ingabbiati ntra memoria
ca si vannu accumulannu chiu tiempu passa a storia
resta sulu nu lamentu ignoratu e chista gente
c'un se rescia a fa sentire sutt'e ricchie du potente
nun c'è na guerra sana senza ca nessunu mora
e chianu chianu tuttu quantu russu si colora
resci'a fuie sulamente cu lu portafogliu chinu
e chine u tena carente è sistematu du becchinu

Distruzione è chissa ca.....pura disumanità
Distruzione è chissa ca.....pura disumanità

Nun a vulim' a guerra, nue vulimu sulu azare
sa capu cu speranza, ca su sangue po finire

Il tempo ci raccoglie tutti in documentazioni
dai titoli pesanti e da continue distruzioni
millenni di conflitti non si possono annullare
non siamo mai riusciti a raffreddare ad evitare
forse......è nella nostra natura
l'antagonismo innato verso l'altro è cosa pura
pensa......se proprio vuoi lottare
a contrastare dentro te la tua parte di male

Quant'articoli ca dicianu sa guerra è necessaria
e cu giri di parole me la passi pe bonaria
ma si passa tiemp'e pue si chin'e bumb'e consumare
e pe la produzione scontro non si può evitare
perché difendere l'oppresso ti facissi sul'onore
ma statt'accorto ca pe fissa nun me po pigliare
pecchì la guerra nun'è giusta e nun tu dicu pe protesta
dopu ca ietti se bumbe supr'a terra nente resta

Nun a vulim' a guerra, nue vulimu sulu azare
sa capu cu speranza, ca su sangue po finire

inviata da adriana - 4/12/2011 - 07:48



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org