Lingua   

The Recruited Collier (Jenny's Complaint)

Anne Briggs


Lingua: Inglese

Scarica / ascolta

Loading...

Guarda il video

Loading...

Ti può interessare anche...

Skassa-integrazione
(Skassapunka)
Lu trappitu
(anonimo)
Let No Man Steal Your Thyme
(Pentangle)


[1803?]

La prima versione di questa ballata compare con il titolo di “Jenny's Complaint” nel volume "Ballads in the Cumberland Dialect", una raccolta di canzoni in dialetto del Cumberland curata nel 1808 dal poeta inglese Robert Anderson (1770-1833). Non ho capito però se l’autore sia Anderson stesso o se egli abbia trascritto un canzone settecentesca…
All’inizio degli anni 50 A.L. Lloyd, protagonista insieme ad Ewan MacColl del revival della musica folk, raccolse da un minatore di Workington, tal J.T. Huxtable, una canzone molto simile a quella del libro di Anderson, ne pubblicò il testo nel suo lavoro “Come All Ye Bold Miners - Ballads & Songs of the Coalfields” e qualche anno dopo ne propose un arrangiamento ad una grande interprete di musica folk, Anne Briggs. Fu così che “The Recruited Collier” fu incisa nel disco “The Iron Muse - A Panorama of Industrial Folk Music” prodotto da Lloyd e pubblicato dalla Topic Records nel 1963. (fonti: Mudcat Café e English Folk Music)

John Collet (1725-1780). The Recruiting Sergeant
John Collet (1725-1780). The Recruiting Sergeant




Il giovane Jimmy, che ha già di fronte a sé la prospettiva di un vita sprofondata in una miniera di carbone, va a spendersi qualche soldo di paga al pub dove incontra dei reclutatori dell’esercito che lo fanno bere e poi lo inducono ad arruolarsi prospettandogli vita allegra e buona brigata....
Povero Jimmy, due volte fottuto!
E’ la fidanzata (la Jenny della ballata originale) che racconta che il padre dello stolto Jimmy prova ad andare a riscattare il figlio ma l’ufficiale non ne vuol sapere, che ormai la recluta ha giurato fedeltà alla corona e all’esercito.
Jimmy sembra entusiasta di andare in guerra ma Jenny non può nemmeno starlo ad ascoltare, soffre troppo al pensiero di non rivederlo per lungo tempo e forse mai più… E così l’amato le compare quasi come in un sogno, ogni volta che carica la stufa e pensa che quel carbone l’ha scavato lui, tutte le volte che pensa ai momenti felici in cui lui la corteggiava mentre ora è rimasta sola, col cuore così gonfio di dolore da preferire quasi di morire…
O what's the matter wi' you, my lass,
And where's your dashing Jimmy?
O, the soldier boys have ta'en him up
And sent him far, far from me.
Last payday he went off to town
And them red-coated fellows
Enticed him in and made him drunk
And he's better gone to the gallows.

The very sight of his cockade
It sets us all a-crying,
And me I nearly fainted twice.
I thought that I was dying.
My father would have paid the smart
And he ran for the golden guinea,
But the sergeant swore he'd kissed the book
And now they've got young Jimmy.

When Jimmy talks about the wars,
It's worse than death to hear him.
I have to go and hide my face
Because I cannot bear him.
A brigadier or grenadier
He says they're bound to make him,
But aye he laughs and cracks his jokes
And bids me not forsake him.

As I walked ower the stubble fields
Below it runs the seam
I thought of Jimmy hewing there,
But it was all a dream.
He hewed the very coals we burn
And when the fire I'm lighting,
To think the coals was in his hands,
It sets my heart to beating.

For three long years he's followed me.
Now I must live without him.
There's nothing now that I can do
But weep and think about him.
So break my heart and then it's ower.
So break my heart, my dearie,
And lay me in the cold ground,
For of single life I'm weary.

inviata da Bartleby - 12/5/2011 - 15:11




Lingua: Inglese (Cumbrian)

Il testo, in dialetto del Cumberland, della ballata originale composta (o raccolta) all’inizio dell’800 da Robert Anderson.
JENNY'S COMPLAINT

O, Lass! I've fearfu' news to tell!
What thinks te's come owre Jemmy?
The sowdgers hev e'en pick'd him up
And sent him far, far frae me:
To Carel he set off wi' wheat;
Them ill reed-cwoated fellows
Suin wil'd him in, then meade him drunk--
He'd better geane to th'gallows

The varra seet o' his cockade
It set us a' a-cryin;
for me I fairly fainted tweyce,
Tou may think that was tryin:
My fadder wad ha'e paid the smart
And shew'd a gowden guinea
But lack-a-day! He'd kiss'd the buik,
and that'll e'en kill Jenny

When Nichol talks about the wars,
It's war than deeth to hear him;
I oft steal out, to hide my tears,
And cannot, cannot bear him;
For aye he jeybes, and cracks his jwokes,
and bids me nit forsake him;
A brigadier, or grandidier,
He says, they're sure to meake him.

If owre the stibble fields I gang
I think I see him ploughin,
And ev'ry bit o' bread I eat,
It seems o' Jemmy's sowin';
He led the varra cwoals we burn,
And when the fire I's leetin,
To think the peats were in his hands,
It sets my heart a beatin.

What can I de? I nought can de,
But whinge, and think about him;
For three lang years, he follow'd me
Now I mun live widout him!
Brek, heart, at yence, and then it's owre!
Life's nought widout yen's dearie!
I'll suin lig in my cauld, cauld grave,
For oh! Of life I'm weary!

inviata da Bartleby - 12/5/2011 - 15:13




Lingua: Italiano

Traduzione italiana di Cattia Salto

Aver attribuito la ballata a Anne Briggs è sbagliato l'autore è A. L. LLOYD.

Troviamo la ballata con il titolo di “Jenny’s Complaint” nel volume “Ballads in the Cumberland Dialect”, una raccolta di canzoni in dialetto del Cumberland curata nel 1808 dal poeta inglese Robert Anderson (1770-1833). Senonchè l’autore non si è limitato a prendere un brano musicale tradizionale ma ha riscritto il testo dedicandolo ad un tema che in epoca di guerre napoleoniche doveva essere molto sentito: il protagonista è un contadino convinto dal sergente reclutatore ad arruolarsi nell’esercito e che lascia a casa la sua Jenny; è proprio lei che si lamenta e, stanca di vivere da sola, preferirebbe morire di crepacuore.
Lo stesso Anderson dichiara che la ballata è farina del suo sacco (i canti tradizionali si trovano nell’Appendice del Libro). La melodia abbinata da Andreson non è quella del testo ripreso da Lloyd ma “Nancy is to the Green-wod Gane”

A. L. LLOYD

Negli anni 50 A.L. Lloyd, autore con il compositore Ralph Vaughan Williams del famosissimo “Penguin Book of English Folk Songs” (1959), dice di aver raccolto da un minatore di Workington (all’epoca nella contea del Cumberland), tal J.T. Huxtable, una canzone molto simile a quella del libro di Anderson; A.L. Lloyd aveva ottenuto l’incarico di documentare i canti di lavoro e di svago dei lavoratori nelle miniere e nel 1951 pubblicò un libretto dal titolo “Come All Ye Bold Miners – Ballads & Songs of the Coalfields” in cui era compresa la nostra ballata ma con un nuovo titolo e una melodia diversa “The recruited Collier” (il italiano “Il minatore arruolato”).
All’epoca a A.L. Lloyd faceva gioco che la ballata fosse un brano tradizionale raccolto dalla testimonianza di un minatore e quindi ecco spuntare opportunamente il signor J.T. Huxtable (che peraltro a Workington nessuno conosceva).

La ballata dei braccianti del Cumberland era diventata la ballata dei minatori attraverso il processo della trasmissione orale (che sappiamo non è mai un processo di congelamento, ma di appropriamento da parte degli interpreti che rielaborano a picimento testi e melodie)? Certo che no, nessun altro ne aveva sentito parlare tra la pubblicazione di Anderson e la versione del signor J.T. Huxtable/pubblicazione di A.L. Lloyd! A quei tempi a A.L. Lloyd conveniva maggiormente spacciare il suo brano (testo e musica) come tradizionale e per tale è stato preso (ma non è la stessa cosa che ha fatto duecento anni prima Robert Burns in Scozia?)

In tempi recente il brano ha conosciuto una discreta popolarità al seguito del successo della serie televisiva Sharpe’s Rifles (1993).
tratto da Terre Celtiche
IL MINATORE ARRUOLATO

“Che hai ragazza mia
e dov’è il tuo Jimmy audace?”
“I soldati lo hanno preso
e mandato lontano, lontano da me.
L’ultimo giorno di paga andò in città
e quei compagni con la giubba rossa
lo intrappolarono e lo fecero ubriacare,
così era meglio se finiva sulla forca!

Alla vista della sua coccarda (1)
ci siamo messi tutti a piangere
e io sono svenuta due volte,
credevo di stare morendo,
mio padre lo avrebbe riscattato (2)
e andò di corsa con la ghinea d’oro,
ma il sergente giurò che aveva baciato la bibbia,
e ora si sono presi il giovane Jimmy.”

Quando Jimmy parla delle guerre (3)
sarebbe meglio se fosse la morte ad ascoltarlo,
devo andare a nascondermi il viso
perché non riesco sopportarlo,
un soldato di brigata o un granatiere
dice che lo faranno diventare,
la prende sul ridere e scherza,
e mi prega di non dimenticarlo”

Mentre camminavo per i campi di stoppie,
accanto alla miniera di carbone (4)
credevo che ci fosse Jimmy al lavoro,
ma era tutto un sogno,
fu lui a cavare il carbone che bruciamo
e quando il fuoco mi illumina
penso al carbone tra le sue mani
e il cuore mi batte forte.

(Per tre lunghi anni fummo insieme
e ora devo vivere senza di lui.
Non c’è altro che possa fare
che piangere e pensare a lui.)
Così che mi si spezzi il cuore e che sia finita.
Così che mi si spezzi il cuore, amore mio,
e poi distendimi nella fredda terra
perché di vivere da sola sono stanca”
NOTE
1) l’uso della coccarda sul cappello era tipico del Settecento quando il suo colore indicava l’appartenenza a una certa ideologia
2) to pay the smart= “Smart” significa “smart money, which was money paid by a person to obtain exemption from some disagreeable office or duty. It was applied to money paid by an army recruit to obtain release before being sworn in. (Brewer’s Dictionary of Phrase and Fable). In “A Dictionary of Buckish Slang, University Wit and Pickpocket Eloquence,” di Frances Grose, edizione del 1811
“Smart money- money allowed to soldiers or sailors for the loss of a limb or other hurt received in the service (better known as smart ticket)”. Oppure in in the Military Dictionary, James, 1802:
“Smarts: The different sums which are received by recruiting parties under the heading of smart money are frequently so called.”
3) evidentemente scrivendo delle lettere alla moglie. Ci possono essere delle incongruenze testuali in quanto nella versione Settecentesca entrava in gioco un terzo personaggio l’amico o il fratello di Jimmy tale Nichol che la sostiene nel momento di sconforto
4) coal mine

inviata da Cattia Salto - 5/9/2016 - 20:47


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org