Lingua   

Così lontano, così vicino

Andrea Papetti
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Inferno a Baghdad (Enzo Baldoni)
(Andrea Papetti)
La ballata di Sarajevo
(Andrea Papetti)


2010

Papetti
Salve caro compagno
Ti parlo da lontano
In quest'isola d'azzurro
Nel palmo della mia mano

Raccontami come va
Se il sole brilla ancora
Sui nostri cuori straziati
E quella grida a tarda ora

Traducimi le stelle
L'epitaffio della miniera
Visi di fuliggine
E sangue nella sera

Sapessi come sono solo
Una barchetta in mezzo al mare
Lacerato dal rumore
Questi lamenti non mi fan poetare

Salutami il mio Cile
Così lontano così vicino
Così pieno di rancore
Senza formule di buon destino

Ti prego non gettare
La speranza in bocca ai cani
Non rinunciare all'orgoglio
Alla libertà degli esseri umani

Caro amico non mollare
Non mollare proprio ora
Lotta sempre per le idee
Per la gente troppo sola

Non c'è niente di eterno
Anche il potere cesserà
Di tramortire un popolo
Con armi di falsità

Un giorno ci rivedremo
Al funerale di Giuda
Te lo prometto amico mio
Firmato Pablo Neruda.

inviata da adriana - 16/4/2011 - 18:04


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org