Lingua   

Le biciclette bianche

Caterina Caselli
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

My White Bicycle
(Tomorrow)
Amerigo
(Francesco Guccini)
Stagioni
(Francesco Guccini)


[1967]
Scritta dalla Caselli insieme Francesco Guccini durante un soggiorno nella casa del cantautore modenese, a Pàvana Pistoiese, ma registrata a nome “Monaldi-Ingrosso” forse perché all’epoca nessuno dei due era ancora iscritto alla SIAE.
Lato B del 45 “Il cammino di ogni speranza”.

il cammino di ogni speranza

Un inno “provos” in salsa beat italiana.
Si veda al proposito My White Bicycle
Una mattina ti alzerai
(un mondo, un mondo bianco)
e un mondo bianco troverai
(un mondo, un mondo bianco)
e un'alba chiara sorgerà, wow, wow, wow
sul fumo della tua città
sulle città
in tutte le strade che vedrai
saranno nati i fiori
e l'urlo dei motori mai, mai più sentirai.

Non è la neve che farà
(un mondo, un mondo bianco)
il mondo bianco che verrà
(un mondo, un mondo bianco)
ma ciò che credi e ciò che vuoi, wow, wow, wow
vestito in bianco assieme a noi
assieme a noi.

Andremo per tutto il mondo poi, su biciclette bianche
e tante voci sentirai cantare assieme a noi
come noi
Andremo per tutto il mondo poi, su biciclette bianche
e tante voci sentirai cantare assieme a noi
come noi

inviata da Bartleby - 21/2/2011 - 09:14



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org