Lingua   

Chiamami ancora amore

Roberto Vecchioni


Lingua: Italiano

Scarica / ascolta

Loading...

Guarda il video

Loading...

Ti può interessare anche...

Riccardo Scocciante: Luci a San Remo
(GLI EXTRA DELLE CCG / AWS EXTRAS / LES EXTRAS DES CCG)
Il cuoco di Salò
(Francesco De Gregori)
Τα παράλογα
(Manos Hatzidakis / Μάνος Χατζιδάκις)


(2011)
Direttamente dal 61° festival di San Remo
chiamami-ancora-amore-cover-medium


roberto-vecchioni-sanremo
E per la barca che è volata in cielo
che i bimbi ancora stavano a giocare
che gli avrei regalato il mare intero
pur di vedermeli arrivare;

per il poeta che non può cantare,
per l’operaio che ha perso il suo lavoro,
per chi ha vent’anni e se ne sta a morire
in un deserto come in un porcile

e per tutti i ragazzi e le ragazze
che difendono un libro, un libro vero
così belli a gridare nelle piazze,
perché stanno uccidendoci il pensiero.

Per il bastardo che sta sempre al sole,
per il vigliacco che nasconde il cuore,
per la nostra memoria gettata al vento
da questi signori del dolore.

Chiamami ancora amore
chiamami sempre amore
che questa maledetta notte
dovrà pur finire,
perché la riempiremo noi da qui
di musica e di parole

Chiamami ancora amore
chiamami sempre amore
in questo disperato sogno
tra il silenzio e il tuono
difendi questa umanità
anche restasse un solo uomo

chiamami ancora amore
chiamami ancora amore
chiamami sempre amore.

Perché le idee sono come farfalle
che non puoi togliergli le ali
perché le idee sono come le stelle
che non le spengono i temporali

perché le idee sono voci di madre
che credevano di avere perso
e sono come il sorriso di Dio
in questo sputo di Universo.

Chiamami ancora amore
chiamami sempre amore
che questa maledetta notte
dovrà pur finire
perché la riempiremo noi da qui
di musica e parole

Chiamami ancora amore
chiamami sempre amore
continua a scrivere la vita
tra il silenzio e il tuono
difendi questa umanità
che è così vera in ogni uomo

chiamami ancora amore
chiamami ancora amore
chiamami sempre amore

Chiamami ancora amore
chiamami sempre amore
che questa maledetta notte
dovrà pur finire
perché la riempiremo noi da qui
di musica e parole

Chiamami ancora amore
chiamami sempre amore
in questo disperato sogno
tra il silenzio e il tuono
difendi questa umanità
anche restasse un solo uomo
chiamami ancora amore…
…perché noi siamo AMORE.

inviata da DonQuijote82 - 15/2/2011 - 22:11


E per tutti i ragazzi e le ragazze a SanRemo hanno proprio vinto i vecchioni.. e fu proprio così che spararono al cauntautore in una notte di gioventù, gli spararono PER AMORE per non farlo cantare più. Gli spararono perché ERA bello, ricordarselo com'era prima, alternativo, autoridotto e fuori dall'ottica del sistema.. (Scemo, scemo...)

Rudy - 20/2/2011 - 08:20


Proprio bella. Sempre bravo e vero il "vecchio" prof., che, forse anche perché è un vero prof., ci sa indicare e ci fa amare le cose che durano. Che, forse per la prima volta da quando facevo le elementari, mi ha fatto tendere l'orecchio al Festival di Sanremo, e che con questo testo bellissimo mi ha richiamato un'altra canzone, di quelle "mie": "Le profezie della Sibilla" di Gatsos-Hatzidakis. La ripropongo: le parole sono giustamente diverse, ma il cuore è lo stesso, e non si nasconde.

Ma l'amore
rivivrà col suo dolore
il suo precipizio si aprirà ancora
vedrà perdersi ogni cosa, eppure sempre
col buio davanti col buio alle spalle
sempre e poi sempre e ancora
sempre vivrà e sempre sarà amore.

Μα η αγάπη
θα ξαναζήσει πάλι με τον πόνο της
το γκρέμισμά της πάλι θ' αντικρύσει
θα δει να χάνονται όλα κι όμως πάντα
με το σκοτάδι μπρος σκοτάδι πίσω της
πάντα και πάλι και ξανά
πάντα θα ζει και πάντα θά 'ναι αγάπη.

[E' propriamente la versione di Nikos Gatsos di un passo tratto da "Ioab", del poeta americano Archibald Macleish (1892 - 1982)].

Gian Piero Testa - 20/2/2011 - 12:15



Lingua: Spagnolo

Traduzione spagnola di Sergio Michilini da La Bottega del Pittore
LLAMAME AÚN AMOR

Y para el barco que ha volado en cielo
que los niños aún estaban a jugar
que les habría regalado la mar entera
sólo para verlos llegar

Para el poeta que no puede cantar
para el obrero que no tiene más su trabajo,
para quien tiene 20 años y se queda muriendo
en un desierto como en una pocilga
y para todos los muchachos y las muchachas
que defienden un libro, un libro autentico
tan hermosos a gritar en las plazas
porque están matando el pensamiento

Para el bastardo que está siempre al sol
para el cobarde que esconde el corazón
para nuestra memoria arrojada al viento
de estos señores del dolor

Llamame aún amor
Llamame siempre amor
Que esta maldita noche
deberá acabar
porque la llenaremos nosotros desde aquí
de música y palabras

Llamame aún amor
Llamame siempre amor
En este desesperado sueño
entre el silencio y el trueno
defiende esta humanidad
aunque quede un solo hombre

Llamame aún amor
Llamame aún amor
Llamame siempre amor

Porque las ideas son como mariposas
que no puedes quitarles las alas
porque las ideas son como las estrellas
que no las apagan los temporales
porque las ideas son voces de madre
que creyeron haber perdido
y son como la sonrisa de Dios
en este escupido de universo

Llamame aún amor
Llamame siempre amor
que esta maldita noche
tendrá que acabar
porque la llenaremos nosotros desde aquí
de música y palabras

Llamame aún amor
Llamame siempre amor
Continùa escribiendo la vida
entre el silencio y el trueno
defiende esta humanidad,
que es tan verdadera en cada hombre

Llamame aún amor
Llamame aún amor
Llamame siempre amor
Llamame aún amor
Llamame siempre amor

Que esta maldita noche
tendrá que acabar
porque la llenaremos nosotros desde aquí
de música y palabras

Llamame aún amor
Llamame siempre amor
En este desesperado sueño
entre el silencio y el trueno
defiende esta humanidad
aunque quede un solo hombre

Llamame aún amor
Llamame aún amor
Llamame siempre amor
porque nosotros somos amor

inviata da Bernart Bartleby - 20/5/2014 - 18:56


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org