Lingua   

Disertore

Villa Ada Crew
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

I sogni e le idee
(Villa Ada Crew)
La ballade du Déserteur
(Autour de Lucie)
Conscientious Objector (I Shall Die)
(Mary Travers)


[1993]
Album: Demo Tape - Villa Ada Posse
phoca villaada
Ahi ahi ahi ahi ahì

Ero tranquillo perché stavo lavorando,
ero impiegato nelle ferrovie di stato,
quando ad un tratto una lettera dal distretto che dice:
– Da ora in poi sei sotto il nostro comando –

So che non posso vivere in una caserma,
dovermi alzare all'alba senza aver dormito,
non me la sento di indossare una divisa,
girare intorno per essere umiliato.

Un-duè-un-duè-un-duè-un-duè-un-duè-un..

– Avanti in piedi tutti quanti son le sette di mattina
prendi lì quei cento chili, qui ci vuole disciplina.
State dritti sull'attenti, prendo i nominativi
Dico a te, non hai sentito? Marmittoni lavativi! –

In questo posto io non resisterò,
viene negata la mia libertà,
servo dei servi, schiavo dei sergenti,
diserterò, vedrai, diserterò..
Desisterò, vedrai, diserterò!

E fu così che l'indomani son fuggito
Con tutto il fiato che avevo risparmiato,
correvo forte per i prati del Trentino,
correvo folle per non tornare indietro mai più,
mai più,
-mai più.

Qualsiasi cosa poi io subirò,
mi son tolto da quelle angherie
perciò so già che ce la farò
perché lontana non è la via,
perché lontana non è la via
per l'anarchia, per l'anarchia,
per l'anarchia..

inviata da giorgio - 13/2/2011 - 19:23


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org