Lingua   

Questo mio amore (Una cosa già detta), nota anche come Vorrei dirtelo tutto d'un fiato

Fausto Amodei


Lingua: Italiano

Guarda il video


L'interpretazione originale di Fausto Amodei


Altri video...


Ti può interessare anche...

Sadagora Hot Dub
(Amsterdam Klezmer Band)
Lettera ad Angela
(Ivan Della Mea)
L'inondasion dël Pò
(Fausto Amodei)


[1959]
Testo e musica di Fausto Amodei
Lyrics and music by Fausto Amodei

chegueamore.


Probabilmente qualcosa di straordinario, e non serve aggiungere tante parole. Senza perdere la tenerezza. La coscienza d'un popolo stanco. L'amore vero e vero senza proclami. In tempi bui e grami c'è bisogno di raggi di luce; questo lo è. Una canzone di testura musicale classica, rinascimentale. Basta così. [RV]
Vorrei dirtelo tutto d'un fiato
E gridartelo questo mio amore
Come grida un bambino ch'è nato
Come grida la gente che muore
Come grida chi s'è ribellato
Come grida chi chiede vendetta
Ed invece sto qui senza fiato
E ti dico una cosa già detta

Vorrei dirtelo questo mio amore
E parlartene a lungo ed a fondo
Come parla di un mondo migliore
Chi vuol render migliore 'sto mondo
Come parla chi vuol risvegliare
La coscienza di un popolo stanco
Ma sto zitto per non disturbare
Te che dormi tranquilla al mio fianco

Vorrei dirti che questo mio amore
È l'amore che riesce a sentire
Chi per la libertà lotta e muore
Verso la libertà di chi vive
Che chi vive vorrebbe provare
Per la vita che l'ha riscattato
Ma ti riesco soltanto ad amare
Come un cucciolo buffo e impacciato

Vorrei farti capire che t'amo
Perché tu riesci a darmi il coraggio
Di ascoltare l'antico richiamo
Verso un mondo più giusto e più saggio
Perché tu riesci a starmi qui a fianco
E ascoltare i miei sogni ribelli
Mentre sembra che ami soltanto
Il tuo viso e i tuoi lunghi capelli

Te beata che riesci ad amarmi
Alla buona così come viene
Quando ancora sorridi a guardarmi
E mi mormori che mi vuoi bene.

inviata da Riccardo Venturi - 19/1/2011 - 15:08


Versione di Beniamino Ricotta, in arte Mino Macrò, laziale emigrato a Milano. Visse di espedienti e fece anche il protettore, mestiere che gli valse la galera. Uscito di prigione si guadagnava da vivere facendo il musicista di strada. Fu ritrovato morto per fame una notte del 1965. Aveva 32 anni.


B.B. - 10/3/2018 - 21:27



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org