Lingua   

Celebrai

Alberto Radius
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Poliziotto
(Alberto Radius)
Una poltrona, un bicchiere di cognac, un televisore, 35 morti al confine tra Israele e Giordania
(Lucio Battisti)
Quando il tempo sarà un prato
(Alberto Radius)


[1977]
Album “Carta straccia”
170437 1 f
Testi di Daniele Pace e Oscar Avogadro
Musica di Alberto Radius
Celebrai il mio primo compleanno e il Natale
celebrai anche il nonno che non stava più male
dopo un mese, cosa vuoi,
poveretto lui non era più con noi

Celebrai la millesima scopata con lei
rose rosse e notte in bianco
da quel giorno, cosa vuoi,
più nemmeno un'erezione tra di noi

Considerando l'età
mi sono fatto pietà
bandiere e altari baciai
ma vaffanculo, vai... vai!!!

Celebrai la repubblica e la liberazione
celebrai il divorzio come rivoluzione
ululando l'allegria
ubriaco di socialdemocrazia

Celebrai anche i morti della strage di stato
l'innocente scarcerato
monumenti, nuovi eroi…
forse siamo monumenti pure noi

Considerando l'età
mi sono fatto pietà
bandiere e altari baciai
ma vaffanculo, vai... vai!!!

inviata da The Lone Ranger - 6/8/2010 - 09:44



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org