Lingua   

Lavoro a mano armata

Carote sbriciolate
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Il lavoro rende liberi
(Daniele Biacchessi)
Upon Our Shores
(David Rovics)
Kolla en la ciudad
(Bruno Arias)


Con le vene gonfie osservare l'acciaio e il sudore freddare
le narici impolverate per poterlo per lo meno sopportare
nei camion del mattino come bestie ad elemosinare
la dignità che serve perlomeno per provare a non sparire

E ti ricordi delle fabbriche dopo gli incendi
sarcofagi d'amianto perduti nell'hinterland della tua città
un odore di ferro inacidito e zuccherato
e il sapore delle ore di straordinario

Archiviare per ricordare
Archiviare per dimenticare
che il lavoro serve a lavorare
e lavorare serve a vivere e non a morire
è lavoro a mano armata
è un lavoro a mano armata
è lavoro a mano armata

Il bianco dei nostri lenzuoli
un timbro sull'inevitabile
assolti ormai i nostri doveri
colpevoli voi delle vite in frantumi
e la cicogna ha portato un nuovo
quartiere alla periferia
impalcature su cui camminare
impalcature su cui bestemmiare

e l'esercito che senza casco
né permesso di soggiorno
non ha ancora imparato a volare
non ha ancora imparato a volare

Archiviare per ricordare
archiviare per dimenticare
che il lavoro serve a lavorare
e lavorare serve a vivere e non a morire.

E' lavoro a mano armata
è lavoro a mano armata
è lavoro a mano armata
è lavoro a mano armata
è lavoro a mano armata...

inviata da DonQuijote82 - 27/7/2010 - 15:31



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org