Lingua   

Everybody's Got A Right To Live

Pete Seeger


Lingua: Inglese

Scarica / ascolta

Loading...

Guarda il video

Loading...

Ti può interessare anche...

The Story of Old Monroe
(Pete Seeger)
Ballad of Paul Robeson
(Frederick Douglass Kirkpatrick)
Ballad for a Soldier
(The Asylum Choir)


New words by Reverend Fred Kirkpatrick and Pete Seeger
1971

My Lai massacre


William Caley è l'ufficiale statunitense responsabile del massacro di My Lai. Sulla sua figura e sul massacro di My Lai si veda anche The Battle Hymn Of Lt. Calley di Julian Wilson.

Il Massacro di My Lai fu un massacro di civili inermi che avvenne durante la Guerra del Vietnam, quando i soldati statunitensi della Compagnia Charlie, della 11a Brigata di Fanteria Leggera (Divisione Americal), agli ordini del Tenente William Calley, uccisero 347 civili - principalmente vecchi, donne, bambini e infanti - Il massacro avvenne il 16 marzo 1968 a My Lai, uno di nove paesini raggruppati attorno al villaggio di Song My. I soldati si abbandonarono anche alla tortura e allo stupro degli abitanti.

Il massacro fu fermato dall'equipaggio di un elicottero dell'esercito USA in ricognizione, che atterrò frapponendosi tra i soldati americani e i superstiti vietnamiti. Il pilota, Sottufficiale Hugh Thompson Jr., affrontò i capi delle truppe americane e disse che avrebbe aperto il fuoco su di loro se non si fossero fermati.

Colin Powell, all'epoca un giovane Maggiore dell'Esercito, venne incaricato delle investigazioni sul massacro. Powell scrisse: "A diretta refutazione di quanto ritratto, c'è il fatto che le relazioni tra soldati americani e popolazione vietnamita sono eccellenti".

Un giornalista investigativo indipendente, Seymour Hersh scoprì la storia di My Lai il 12 novembre 1969 e il 20 novembre il quotidiano di Cleveland, The Plain Dealer, pubblicò fotografie esplicite dei cadaveri delle persone uccise a My Lai. Il massacro di My Lai sarebbe passato sottaciuto alla storia se non fosse stato per un altro soldato che, indipendentemente da Glen, inviò una lettera al suo rappresentante al Congresso.

Il Tenente William Calley venne dichiarato colpevole nel 1971 di omicidio premeditato per aver ordinato di sparare e venne condannato all'ergastolo, ma 2 giorni dopo, il Presidente Richard Nixon ordinò il suo rilascio dalla prigione. Calley scontò 3 anni e mezzo di arresti domiciliari in caserma a Fort Benning (Georgia), poi venne mandato libero da un giudice federale. Oggi fa il gioielliere a Columbus, in Georgia.
We are down in Washington
Fighting against an age-old sin
Nothing but mass murder
Done by age-old men.

Everybody's got a right to live
Everybody's got a right to live
And before this campaign fails
We'll all go down to jail
Everybody's got a right to live.

Can't you hear the women and children
Over in My Lai
Screaming, "Lieutenant William Calley
Why do we have to die?"

Everybody's got a right to live
Everybody's got a right to live
And before this campaign fails
We'll all go down to jail
Everybody's got a right to live.

Our brothers and our sisters
Are demanding that we share
Soil, rocks, minerals,
The ocean and the air.

Everybody's got a right to live
Everybody's got a right to live
And before this campaign fails
We'll all go down to jail
Everybody's got a right to live.

No more some be rich
While others dirt poor
All around this world
We say "Poverty No More!"

Everybody's got a right to live
Everybody's got a right to live
And before this campaign fails
We'll all go down to jail
Everybody's got a right to live.

Here we are in Washington
Full of hope and pain
To see if some folks gonna listen
Or will they pluck their ears again.

Everybody's got a right to live
Everybody's got a right to live
And before this campaign fails
We'll all go down to jail
Everybody's got a right to live.

We haven't got much time left
The sands are running out
"Peace, Justice, Freedom
You can hear the whole world shout!"

30/10/2005 - 17:46




Lingua: Italiano

Versione italiana di Riccardo Venturi
11 novembre 2005
OGNUNO HA IL DIRITTO DI VIVERE

Siamo quaggiù a Washington
a lottare contro un peccato secolare.
Niente, se non un massacro
commesso dagli uomini di sempre.

Ognuno ha il diritto di vivere
ognuno ha il diritto di vivere
piuttosto che questa campagna fallisca
andremo tutti quanti in galera
ognuno ha il diritto di vivere.

Ma non sentite le donne e i bambini
laggiù a My Lai
gridare « Tenente William Calley,
perché dobbiamo morire ? »

Ognuno ha il diritto di vivere
ognuno ha il diritto di vivere
piuttosto che questa campagna fallisca
andremo tutti quanti in galera
ognuno ha il diritto di vivere.

I nostri fratelli e sorelle
chiedono di condividere
la terra, le rocce, i minerali,
l’oceano e l’aria

Ognuno ha il diritto di vivere
ognuno ha il diritto di vivere
piuttosto che questa campagna fallisca
andremo tutti quanti in galera
ognuno ha il diritto di vivere.

Basta coi pochi ricchi
mentre altri son poveri e sporchi !
Per tutto questo mondo
diciamo basta alla povertà !

Ognuno ha il diritto di vivere
ognuno ha il diritto di vivere
piuttosto che questa campagna fallisca
andremo tutti quanti in galera
ognuno ha il diritto di vivere.

E siamo a qui a Washington
pieni di speranza e dolore
per vedere se qualcuno ascolta
oppure ancora si tapperà gli orecchi

Ognuno ha il diritto di vivere
ognuno ha il diritto di vivere
piuttosto che questa campagna fallisca
andremo tutti quanti in galera
ognuno ha il diritto di vivere.

Non abbiamo più molto tempo,
la clessidra sta per scadere
e puoi sentire tutto il mondo gridare :
« Pace, Giustizia, Libertà ! »

11/11/2005 - 14:27




Lingua: Inglese

La versione originale scritta dal reverendo Frederick Douglass Kirkpatrick.
Testo pubblicato su Broadside Magazine n.89 del 1968 e sul libretto del disco di Kirkpatrick e Jimmy Collier che prende il titolo dalla canzone.
EVERYBODY'S GOT A RIGHT TO LIVE

Everybody's got a right to live
Everybody's got a right to live
And before this campaign fails
We'll all go down to jail
Everybody's got a right to live.

On my way to Washington
Feelin’ awful sad
Thinkin’ about an income
That I never had

Everybody's got a right to live
Everybody's got a right to live
And before this campaign fails
We'll all go down to jail
Everybody's got a right to live.

Black man picked the cotton
A long time ago
He has been a victim
Since they brought him to this shore

Black man dug the pipeline
Hewed down the pines
Gave his troubles to Jesus
Kept on toeing the line

Everybody's got a right to live
Everybody's got a right to live
And before this campaign fails
We'll all go down to jail
Everybody's got a right to live.

Black man dug the ditches
Both night and day
Black man did the work
While the white man got the pay

Now look a-here, Congress
This is a brand new day
No more full-time work
And part-time pay

Everybody's got a right to live
Everybody's got a right to live
And before this campaign fails
We'll all go down to jail
Everybody's got a right to live.

I want my share of silver
I want my share of gold
I want my share of justice
To save my dying soul

Everybody's got a right to live
Everybody's got a right to live
And before this campaign fails
We'll all go down to jail
Everybody's got a right to live.

inviata da Alessandro - 29/7/2009 - 15:40


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org