Lingua   

Anema e colore

Raffaello Simeoni


Lingua: Italiano (Laziale Sabino)


Ti può interessare anche...

Sorsi di sabbia
(Novalia)
Belfast
(Raffaello Simeoni)
Sidùn
(Fabrizio De André)


Dall'album Mater Sabina
matersabina

RAFFAELLO SIMEONI: 
voce, lautà, saz, banas, bouzouki, chitarre, requinto, cuatro portoricano, low whistle in D, low whistle in C, flauto contralto in F, tarota, sikus,
ghironda, organetto, tzouras, musette, duduk, piano, ciaramella, scacciapensieri, cuatro venezuelano, cornamusa.

GABRIELE RUSSO:
rabab, viola, lira calabrese.

MASSIMO CUSATO:
congas, darbouka, riq, shakers, tamburello.

MENOTTI MINERVINI:
basso, contrabbasso.

STEFANO MANELFI:
requinto, dulcimer, chitarra acustica ed elettrica e-bow, loop e sequenze, cuatro portoricano.

CARLO FERRETTI:
batteria, shakers, fisarmonica, tabla, darbouka, kalimba, udu, birimbao, daf, ferri, bendir, tamburello e cassa.

NANDO CITARELLA:
voce, tammorra.

MASSIMO GIUNTINI:
uileann pipes

ALESSANDRO STRINATI:
viola braguesa.

ALESSANDRO CANNARSA:
viola da gamba

FLORIANA BERETTA &
ANGELA CARATOZZOLO:
cori
So statu da sorda a Montesicuru
Se tu sapissi quantu aglio suatu
Me manca nove anime allu scuru
Te pozzo di pero quantu ho sparatu
Giallu lu colore lu focu e lu sole
Viene poi azzurro l'acqua la sete
l'oro lu denaru che ce commanna
Verde la natura rencominciamo
Nero la violenza non m'appartiene
Ne bianca coscienza lo pane e la fame
Ma l'arancione meditazione
Boglio lu colore dell'evoluzione
Mannaggia allora quanno mau mannatu
A fà la guerra n'mezzu a lu desertu
So mezzu mortu e me ce piagne u core
E l'anema me ha pe cuntu seu
E l'anema me ha
Amame, amame, amame
Amame, amame, amame
Giallu lu colore lu focu e lu sole
Viene poi l'azzurro acqua la sete
l'oro lu denaru che ce commanna
Verde la natura rencominciamo
Nero la violenza non m'appartiene
Ne bianca coscienza lo pane e la fame
Ma l'arancione meditazione
Boglio lu colore dell'evoluzione

inviata da DonQuijote82 - 14/2/2010 - 16:26



Lingua: Inglese

Versione inglese
SOUL AND COLOR

I served as a soldier on Montesicuro
If only you knew how hard I toiled
Nine souls no longer answer the roll
I can tell you, however, how many I shot
Yellow the colour of fire, the sun
then comes blue for the sky, of thirst
gold for the money that commands us
green for nature beginning all over
black for the violence I do not own
nor the white of conscience, of bread, of hunger
but the orange of meditation
I want the colour of evolution
Darn the day they sent me
to war in the deep desert's core
I'm half dead, my heart weeps,
my soul goes its own way alone

* The verse is freely drawn from the folk song "So stato a laorà" (I went to work)

inviata da DonQuijote82 - 14/2/2010 - 16:27


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org