Lingua   

Canzone della Libertà (Viva la libertà)

I Gufi


Lingua: Italiano



Anche se è del 1968, purtroppo, è attualissima.
"Se ti regalano la libertà, quella non è vera libertà. La libertà vera nessuno te la regala. La libertà vera te la puoi solo prendere." dal film di Gillo Pontecorvo "Queimada"


Non spingete, scappiamo anche noi (1969)
Testi di Luigi Lunari - Musiche di Lino Patruno

Non spingete scappiamo anche noi


La storia che tra poco - Io sono un generale - Io sono un generale (L'arrivo delle reclute) - Non creder che sia l'abito - Tempo di Berceuse (Qui siamo sepolti per sempre) - La Ballata del milite ignoto - Autoradiomanovre di Primavera - Era Natale - La Piccola Vedetta Lombarda - Non spingete, scappiamo anche noi - Alla mattina quando spunta il sole - Cento e cento soldatini - La mia battaglia l'è al sabato sera - Ave Maria - Contadini dell'Estremo Oriente - Canzone della Libertà - Risotto Militare

Viva la libertà
Quella scritta storta sui muri
Delle case e delle prigioni
Delle fabbriche e dei tuguri

Parlan tutti un gran bene di lei
E ci fan sopra tanti discorsi
Anche se molto spesso è una scusa
Per goderne alla faccia degli altri

Molta gente non sa com’è duro
Conservarla e tenerla vicina
Non soltanto sui libri di scuola
Ma anche fuori, in casa e in officina

Viva la libertà
Dove il segno di calce era forte
Lo scalpello ha inciso più a fondo
Il suo nome a lettere storte

Viva la libertà
C’è qualcuno che ha già pronto un piccone
E il suo simbolo abbatterà
Anche i muri della prigione

inviata da i.fermentivivi - 17/6/2005 - 15:57



Lingua: Francese

Version française - VIVE LA LIBERTÉ – Marco Valdo M.I. – 2012
Chanson italienne – Viva la libertà – I Gufi – 1968


Même si elle date de 1968, elle est (malheureusement) encore très actuelle.
« S'ils te donnent la liberté, ce ne sera pas la vraie liberté. La liberté vraie, personne ne te la donnera. La vraie liberté, on peut seulement la prendre. » du film de Pontecorvo : « Queimada »
VIVE LA LIBERTÉ

Vive la liberté
Cette inscription de travers sur les murs
Des maisons et des prisons
Des usines et des taudis

Tous disent grand bien d'elle
On fait sur elle tant de discours
Même si ce n'est très souvent qu'une excuse
Pour en jouir face aux autres

Beaucoup de gens ne savent pas combien il est dur
De la conserver et de la garder proche
Pas seulement sur les livres d'école
Mais aussi dehors, en maison et en atelier

Vive la liberté
Où l'écrit à la chaux était fort
Le ciseau a gravé plus profond
Son nom aux lettres de travers

Vive la liberté
Quelqu'un tient déjà prêt une pioche
Et de son symbole il abattra
Même les murs de la prison

inviata da Marco Valdo M.I. - 7/12/2012 - 12:38


Segnalo la curiosissima cover in chiave "prog" realizzata nei primi anni '80 dal gruppo veneziano Wedding Heart:
per info
www.myspace.com/weddingheart

Fabio - 16/3/2010 - 14:10



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org