Lingua   

Fredens Daad skal Frugter bære

Fredrik Bajer


Lingua: Danese


Ti può interessare anche...

Noget om helte
(Halfdan Wedel Rasmussen)
Her i lejren
(Fin Alfred Larsen)
Militarismen
(Jeppe Aakjær)


[1904]
Testo / Lyrics / Tekst: Fredrik Bajer
Musica / Music / Musik:
P.E. Rasmussen, Danmarks dejligt Vang og Vænge
Fonte / Source / Kilde: Fredsvennernes Sanghæfte, 1904.

Fredrik Bajer e sua moglie Matilde. Fredrik Bajer and his wife, Matilde.
Fredrik Bajer e sua moglie Matilde. Fredrik Bajer and his wife, Matilde.


Questa antica canzone di pace danese, scritta nel 1904 dal futuro premio Nobel per la Pace Fredrik Bajer (che lo ottenne quattro anni dopo, nel 1908), fa parte di un “pacchetto” inviatoci dall'amico e collaboratore danese Holger Terp, che naturalmente ringraziamo. Le canzoni di tale “pacchetto”, introvabili al di fuori della Danimarca, sono rimaste a lungo in approvazione per motivi tecnici; riusciamo adesso finamente ad inserirle (e a tradurle), a cominciare da questa.

Fredrik Bajer (Næstved, 21 aprile 1837 – Copenaghen, 22 gennaio 1922) è stato uno scrittore, pacifista e insegnante danese, vincitore, con Klas Pontus Arnoldson del Premio Nobel per la pace nel 1908.Suo padre era un reverendo, e Bajer fu arruolato nell'esercito danese. Combatté nella guerra del 1864 contro Austria e Prussia. Congedato nel 1865, si trasferì a Copenaghen, dove divenne insegnante, traduttore e scrittore.
Divenne parlamentare presso il Folketing, una camera del Rigsdag, il parlamento danese, nel 1872, e vi rimase per 23 anni. Come membro del Parlamento, si batté affinché si diffondesse il ricorso all'arbitrato come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali. Grazie a Bajer, le relazioni internazionali della Danimarca divennero competenza del Parlamento e il suo paese entrò a far pare dell'Unione Interparlamentare.
Diede il suo supporto a molte organizzazioni per la pace, sia in Danimarca, che nel resto d'Europa, e all'approvazione di un atto parlamentare volto a raggiungere soluzioni arbitrali con Svezia e Norvegia.

NOTA. La canzone è presentata dapprima nella grafia ufficiale in uso all'epoca in Danimarca. Segue una trascrizione nella grafia ufficiale attuale (introdotta nel 1948).

This old Danish peace song, written in 1904 by the future winner of the Nobel Prize for Peace, Fredrik Bajer (who was awarded the Prize four years later, 1908) is part of a block of peace songs contributed by our Danish friend and contributor Holger Terp, whom we thank heartily. The songs in this “block” are hardly to be found outside Denmark and have been long left for approval due to technical reasons; finally, we start including (and translating) them beginning from this one.

Fredrik Bajer (April 21, 1837 – January 22, 1922) was a Danish writer, teacher, and pacifist politician who received the Nobel Peace Prize in 1908.
The son of a clergyman, Bajer served as an officer in the Danish army, fighting in the 1864 war against Prussia and Austria where he was promoted to the rank of first lieutenant. He was discharged in 1865, and moved to Copenhagen where he became a teacher, translator and writer.
He entered the Danish Parliament in 1872 as a member of Folketinget and held a seat there for the following 23 years. As a member of parliament, he worked for the use of international arbitration to solve conflicts among nations, and it is due to Bajer's efforts that foreign relations became part of the work of the Danish Parliament and that Denmark participated in the Inter-Parliamentary Union from the beginning and earned a distinguished position among its members.
He supported many peace organizations, both inside Denmark and Europe-wide, and helped guide the passage of a bill to reach arbitration agreements with Sweden and Norway. [CCG/AWS Staff]

NOTE. The song lyrics are first shown in the official spelling used in Denmark at composition time; a transcription into the current spelling follows.
Fredens Daad skal Frugter bære
uden Plet af Blod.
Frugter, som vort Folk skal være
Næring sund og god.
Folkehad er giftig Føde,
Folk og Land det lægger øde,
Brodersind til alle Sider
Folk og Land udvider.

Fremad under Fredens Fane!
Frem til Kamp mod Krig!
Ej for Guld og Land at rane
eller plyndre Lig.
Men for trindt at skabe Lykke,
som gør Nordens Grænser trygge.
Brodersind til alle Sider
Folk og Land udvider.

“Slyng din Arm om Millioner,
elsk den hele Jord!”
Og trods Kroner og Kanoner
bli'r din Sejr da stor;
thi kun varig Sejr vinder
den, som Hjærtet til sig binder,
Brodersind til alle Sider
Folk og Land udvider.

Fylk om Fanen Skarer tætte,
alle, som vil Fred!
Fredens Maal det er at sætte
Ret i Magtens Sted.
Krigen skiller, Freden samler,
indtil Grænsepæle ramler.
Brodersind til alle Sider
Land og Folk udvider

inviata da CCG/AWS Staff & Holger Terp - 26/12/2009 - 01:54




Lingua: Danese

Il testo nella grafia attuale
Lyrics transcribed into current spelling

Le differenze più visibili sono l'abbandono della Großschreibung alla tedesca (vale a dire i sostantivi scritti con l'iniziale maiuscola) e l'introduzione del grafema "panscandinavo" å al posto di aa. È invece già in uso nel testo di Bajer il grafema ø, che qualcuno continuò invece a scrivere ö (come in svedese) fino alla riforma del 1948. [RV]

The most visible differences are the elimination of the "German-style" Großschreibung (i.e., all nouns had to be written with capital initial) and the introduction of the "all-Scandinavian" grapheme å instead of aa. Bajer's original lyrics already show the grapheme ø, but several Danes held to the Swedish-style ö until the 1948 spelling reform. [RV]
Fredens dåd skal frugter bære
uden plet af blod.
Frugter, som vort folk skal være
næring sund og god.
Folkehad er giftig føde,
folk og land det lægger øde,
brodersind til alle sider
folk og land udvider.

Fremad under fredens fane!
Frem til kamp mod krig!
Ej for guld og land at rane
eller plyndre lig.
Men for trindt at skabe lykke,
som gør Nordens grænser trygge.
Brodersind til alle sider
folk og land udvider.

“Slyng din arm om millioner,
elsk den hele jord!”
Og trods kroner og kanoner
bli'r din sejr da stor;
thi kun varig sejr vinder
den, som hjærtet til sig binder,
brodersind til alle sider
folk og land udvider.

Fylk om fanen skarer tætte,
alle, som vil fred!
Fredens mål det er at sætte
ret i magtens sted.
Krigen skiller, freden samler,
indtil grænsepæle ramler.
Brodersind til alle sider
land og folk udvider.

inviata da CCG/AWS Staff - 26/12/2009 - 02:20




Lingua: Italiano

Versione italiana di Riccardo Venturi
26 dicembre 2009
L'AZIONE PACIFISTA DARA' FRUTTI

L'azione pacifista darà frutti
senza macchiare di sangue.
Frutti, che per il nostro popolo
saranno sano e buon nutrimento.
L'odio dei popoli è un cibo avvelenato,
fa del popolo e del paese un deserto,
il senso di fratellanza da ogni parte
il popolo e il paese li rende più grandi.

Avanti sotto il vessillo della pace!
Avanti alla lotta contro la guerra!
No ai saccheggi per l'oro e la terra,
basta spoliare i cadaveri.
Creiamo piuttosto la felicità
che renderà sicuri i confini del Nord.
Il senso di fratellanza da ogni parte
il popolo e il paese li rende più grandi.

“Abbraccia milioni di persone,
ama tutta la Terra!”
E malgrado corone e cannoni,
la tua vittoria sarà enorme;
ché una vittoria duratura la riporta
solo chi obbedisce al proprio cuore,
il senso di fratellanza da ogni parte
il popolo e il paese li rende più grandi.

Si schierino in fila serrate sotto la bandiera
tutti coloro che vogliono la pace!
Lo scopo della pace è stabilire
il diritto al posto della forza.
La guerra divide, la pace unisce
e batte alle frontiere.
Il senso di fratellanza da ogni parte
il popolo e il paese li rende più grandi.

26/12/2009 - 02:52



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org