Lingua   

Get Your Filthy Hands Off My Desert

Pink Floyd
Lingua: Inglese

Lista delle versioni e commenti

Guarda il video


Pink Floyd, Get Your Filthy Hands Off My Desert, Psychaedelic Film.


Altri video...


Ti può interessare anche...

Simon Weston
(Oi Polloi)
Yes Sir, I Will
(Crass)
In Praise of Famous Men (and Women)
(Ewan MacColl)


[1983]
Roger Waters
From / da "The Final Cut"



Un'introduzione all'album si trova nel commento alla prima canzone, The Post-War Dream.

Non c'è bisogno di spiegare chi sono Breznev e Maggie (Thatcher), Galtieri è l'ultimo dittatore argentino protagonista della guerra delle Falklands, mentre Menachem Begin era il Primo Ministro israeliano all'epoca dell'invasione del Libano nel 1982.

Like the rest of the album, this focuses on war, and Roger Waters' displeasure with "Maggie," Prime Minister at that time. Thatcher had just initiated the Falkland Islands "war," referred to obfuscatorially in "The Post-War Dream." This is most likely what the song refers to in the lines about taking the Union Jack (name for the British flag) and Maggie taking a cruiser to make him give it back. (thanks, Chase - S.L.C., UT)

"BREZHNEV TOOK AFGHANISTAN" - refers to Leonid Brezhnev's invasion of Afghanistan by the Soviet Union in late 1979. "BEGIN TOOK BEIRUT" - refers to then Israeli Prime Minister Menachem Begin's invasion of Beirut, Lebanon in 1982. "GALTIERI TOOK THE UNION JACK" - refers to Argentinian President General Leopoldo Galtieri's invasion of the UK-occupied Falkland Islands off the coast of Argentina in 1982. This was the basis for the Falkland Islands War, which many of the songs on "The Final Cut" album are about. The "Union Jack", of course, is a term for the British flag. "AND MAGGIE OVER LUNCH ONE DAY TOOK A CRUISER WITH ALL HANDS APPARENTLY TO MAKE HIM GIVE IT BACK." "Maggie" is British Prime Minister Margaret Thatcher, who apparently Roger Waters did not see eye-to-eye with.
- Mike, Chicago, IL

(From "Songfacts")
Brezhnev took Afghanistan
Begin took Beirut
Galtieri took the Union Jack
And Maggie over lunch one day
Took a Cruiser with all hands
Apparently to make him give it back

1/6/2005 - 14:58




Lingua: Italiano

Versione italiana tratta da Pink Floyd Sound
METTI GIÙ LE TUE SPORCHE MANI DAL MIO DESERTO

Breznev si è preso l'Afghanistan
Begin si è preso Beirut
Galtieri ha preso la bandiera inglese
E Maggie un giorno durante il pranzo
Ha preso un Cruiser con tutte e due le mani
Evidentemente per fargliela pagare

1/6/2005 - 15:01




Lingua: Spagnolo

Versión castellana de Angel Ramos
Disco Final
QUITA TUS SUCIAS MANOS DE MI DESERTO

Brezhnev tomó Afghanistan
Begin tomó Beirut
Galtieri tomó la Union Jack
y Maggie concluído el almuerzo un día
tomó un crucero con todas las manos
aparentemente para hacerlo regresar

1/6/2005 - 15:02


La frase "Took a Cruiser with all the hands" signigica più o meno "Ha preso un incrociatore con tutti gli effettivi", "all the handa" è un termine marinaresco che significa "tutte le mani (disponibili)". E' nato quando le navi andavano a vela e le mani servivano a manovrare le funi. E' poi rimasto indicando genericamente i marinai imbarcati.

casimiro - 26/4/2015 - 00:55


Il Cruiser è un tipo di missile

Ais - 15/9/2017 - 04:08


Mi sembra che qualcuno ha preso i fischi per fiaschi qua, e un "cruiser" per un "cruise" :)

ARA General Belgrano

Missile da crociera

krzyś - 15/9/2017 - 16:44


Con l'espressione 'Took a cruiser with all hands' è abbastanza evidente che si intendesse l'affondamento dell'ARA Belgrano, un incrociatore argentino attaccato da un sottomarino britannico durante la guerra delle Falkland dei primi anni '80. La perdita della Belgrano contribuì in modo decisvo alla successiva resa argentina, tuttavia la nave si trovava al momento dell'attacco fuori dalla zona di esclusione della task force della Royal Navy, il che provocò alcune proteste (tra cui è evidente quella di Roger Waters) nei confronti dell'allora primo ministro Tatcher, che diede il suo assenso formale all'attacco.
Ad oggi si è generalmente concordi nel giustificare l'attacco, viste le altissime probabilità che il gruppo di cui faceva parte la Belgrano si apprestasse ad attaccare le nevi britanniche. Inoltre era stato precedentemente dichiarato che le navi anche solo vicine alla zona di esclusione sarebbero state considerate una minaccia per la Royal Navy, e dunque suscettibili di eventuali attacchi.
Inoltre essendo stato dichiarato lo stato di guerra bilateralmente, la zona di esclusione non rappresentava in alcun modo il limite delle azioni offensive britanniche.
Lo stesso primo ufficiale, sopravvissuto, della Belgrano, considerò come legittimo l'attacco subito.

Tutto questo per dire che i Pink Floyd avevano torto, e forse è meglio che i musicisti in generale si occupino di musica e non diano giudizi casuali e arbitrari su questioni leggermente più complicate di un concerto.

Mongolo Anonimo - 29/9/2018 - 00:04




Lingua: Finlandese

Traduzione finlandese / Finnish translation / Traduction finnoise / Suomennos: Juha Rämö
NÄPIT IRTI AUTIOMAASTANI

Brežnev vei Afganistanin,
Begin vei Beirutin,
Galtieri vei Union Jackin
ja Maggie vei eräänä päivänä lounaalla
risteilijän miehistöineen
varmaankin saadakseen lippunsa takaisin.
Tämän laulun sanat viittaavat

- Leonid Brežneviin ja Neuvostoliiton Afganistanin-sotaan 1979 - 1992
- Israelin pääministeriin Menachem Beginiin ja Libanonin sotaan 1982
- Argentiinan presidenttiin Leopoldo Galtieriin, joka käynnisti vuonna 1982 Falklandin sodan määräämällä armeijansa valtaamaan Britannialle kuuluvat Falklandsaaret eteläisellä Atlantilla Argentiinan rannikon edustalla.
- Union Jackiin eli Britannian lippuun
- Margaret »Maggie« Thatcheriin, joka toimi Britannian pääministerinä 1979 - 1990
- Argentiinan laivaston risteilijään General Belgranoon, jonka Britannian laivaston sukellusvene HMS Conqueror upotti Falklandin sodan aikana Thatcherin siunauksella, jonka hän antoi lounaalla amiraliteetin edustajien kanssa.

inviata da Juha Rämö - 1/11/2018 - 13:42



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org