Lingua   

Ballata della donna del soldato nazista

Giorgio Strehler
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Ballade von der Billigung der Welt
(Bertolt Brecht)
Le Mantellate
(Ornella Vanoni)
Das Lied von der Moldau
(Bertolt Brecht)


Da una poesia e canzone di Bertolt Brecht
Giorgio Strehler - Hanns Eisler

Giorgio Strehler, 1921-1997.
Giorgio Strehler, 1921-1997.


Manteniamo qui la pagina autonoma in quanto facente parte delle "CCG primitive". Più opportuno sarebbe stato forse riportare la versione di Strehler sotto la pagina dell'originale brechtiano, ma questo valga anche come un omaggio a Giorgio Strehler. [RV]
Da Praga alla sua donna cosa il soldato regalò
Un paio di stivaletti ed un saluto, a lei mandò
Questo il soldato le mandò

E da Varsavia alla donna cosa il soldato regalò
Un bel bustino a colori e che colori, a lei mandò
Questo da Varsavia arrivò

Da Oslo alla donna cosa il soldato regalò
Da Oslo una scarpetta, forse ti piace, a lei, a lei mandò
Questo a lei da Oslo arrivò

Da Rotterdam alla donna cosa il soldato regalò
Da Rotterdam la cuffietta: "come sei buffa!" a lei, a lei mandò
Questo dall'Olanda arrivò

E da Bruxelles alla sua donna cosa il soldato regalò
due pizzi e quattro merletti "che bello averli!", a lei, a lei mandò
Questo dalle Fiandre arrivò

E da Parigi alla donna cosa il soldato regalò
La sottoveste di seta plissé alle amiche, a lei, a lei mandò
Questo da Parigi arrivò

Da Tripoli alla sua donna cosa il soldato regalò
Coralli e un amuleto portafortuna a lei, a lei regalò
Questo dalla Libia arrivò

Ma dalla gelida Russia, che cosa le arrivò
Un velo, un velo da lutto, un velo nero arrivò
Dalla Russia arrivò.

Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org