Lingua   

Il portavoce

Lineaviola
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Genova tace
(Lineaviola)


2004
Maledetto Copernico
copernico

La tematica trattata è di critica sociale: colui che parla è un ipotetico inviato in zona di guerra che non vuole cedere alla tentazione di limitarsi a svendere il dolore altrui.
La canzone è caratterizzata dal contrasto fra la potenza della base strumentale e la rivisitazione della filastrocca per bambini “Girotondo”. Dominante è l’inserimento di elettronica, che si svincola dalla funzione di tappeto per duettare con la chitarra nell’assolo del bridge finale.
La paura è un secondo solo.
Vive dentro l'odio in prestito che ogni giorno vedo
dentro ai figli della rabbia di chi dorme tra esplosioni,
quasi fossero normali come tuoni nei deserti bui.
Dentro ai figli della rabbia che mi guardano da fuori,
mentre chiuso nell'albergo provo scrivere la storia
di chi è fuori che ci prova a dare un senso.

Giro giro tondo, esplode il mondo,
scoppia la guerra, tutti sotto terra!

Il senso secondo loro, è trovare un sentimento senza parassiti dentro ma chi sono?
Sono i figli della società di un mondo martoriato
che mi chiedono il perchè di molte cose!
Sono i figli dell'assurdità globale del mercato
che mi chiedono il perché di questa guerra preventiva di conquista e di giustizia senza senso.

Giro giro tondo, esplode il mondo,
scoppia la guerra, tutti sotto terra!

No, no, no, no, non ho capito
qual è il messaggio che devo portare indietro,
non mi parlate: per voi sono soltanto il portavoce della gente che non conta niente!
Ma non ridete, non riderete per niente!

Giro giro tondo, esplode il mondo,
scoppia la guerra, tutti sotto terra!

inviata da Filippo - 24/11/2004 - 15:22


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org