Lingua   

Dal mare

Mario Di Leo
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Uno dal pensiero diverso
(Mario Di Leo)
Seicento destini
(Mario Di Leo)


Dal mare

Fermati
sulla spiaggia,
e ascolta la voce
che viene dal mare.
Racconta
le storie più belle
quelle portate dai marinai
Canzoni di donne perdute,
viaggi e sbornie passate.
Canzoni un poco stonate,
ma che sanno di sale.

Da una conchiglia,
vorrei sentir
la voce antica del mio mare
quella del vento d’oriente
che consola il cuore amante
Canzoni che la spuma del mare
saprà portare via con sé,
contro il tramonto che muore,
e un’alba nuova che nascerà.

Il mare
è un sogno sonoro
che borbotta
contro i capricci del tempo.
Una lingua
non basta a dire,
una mano a scrivere
la fierezza del mare.
Ci narra una vecchia leggenda la storia
Portata da terre lontane
non serve a niente frustarlo,
il mare intanto non si calmerà

Da una conchiglia, vorrei sentir…

Una vela
traghetta destini
scalzi, umiliati
e bruciati dal sole
assetati di vera luce,
affamati di pace,
e di libertà
e quanto sappia di sale
il pane che sembra donato
lo sapranno lasciate le onde del mar

Da una conchiglia, vorrei sentir…..

inviata da Luca Di Leo - 3/7/2009 - 12:09


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org