“Alle rinascite artistiche ci siamo abituati ormai, diciamo la verità, specialmente negli ambiti a noi più congeniali della roots music e del country. Ma francamente a Porter Wagoner non ci pensava nessuno, anche perchè la sua smilza figura di arcigno difensore della purezza nashvilliana non era più di moda da parecchi anni a questa parte. “Wagonmaster” lo ha rimesso al centro delle cronache e siamo grati al disco, alla Anti e a Marty Stuart per l'operazione. Qui di seguito vi raccontiamo tutto quello che è venuto prima”
di Gianfranco Callieri

http://www.rootshighway.it/folklore/wagoner.htm