Piotta

Canzoni contro la guerra di Piotta

Piotta
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Tommaso Zanello, in arte "Piotta", di madre milanese, è cresciuto nel quartiere di Montesacro, soprannominato per i suoi occhiali tondi come le monete da cento lire, dette in romanesco piotte (probabilmente da pilotta). Compie gli studi classici al liceo Giulio Cesare; dopo le esperienze da DJ all'interno di alcune radio romane, inizia a scrivere e comporre testi rap.


Successivamente collabora con alcune formazioni, fra le quali Colle Der Fomento e Ice One, costituendo la Taverna VIII Colle Roma, con cui inizia a produrre i primi brani underground; a questa formazione seguirà quella di Robba Coatta con l'MC Turi ed il DJ e beatmaker Squarta dei Cor Veleno.

Nel 1997 esce il mixtape La Banda Der Trucido, cui fa seguito la registrazione dei brani "Ciclico" per la colonna sonora del film Torino Boys, girato dai Manetti Bros., e "Spingo Io".

Nel 1998 riceve il titolo di miglior MC italiano per la rivista AL Magazine e viene scritturato dalla Antibemusic.

Esce il suo primo LP Comunque vada sarà un successo, che presenta i singoli "Dimmi Qual è il nome" e "Supercafone". L'LP viene ristampato nel 1999 con l'aggiunta di alcuni brani e di remix, "Supercafone" scala la classifica e Piotta vince il disco di platino ma, in seguito alla morte di Mc Giaime (suo amico fraterno[senza fonte]), continua a dedicarsi all'hip hop di carattere underground, realizzando Incompatibile, evento annuale in collaborazione con la madre dell'MC defunto.

Piotta torna in sala e nel 2000 pubblica Democrazia Del Microfono, che presenta il singolo "La Mossa Del Giaguaro" realizzato con la vincitrice del 50° Festival di Sanremo Jenny B, seguito dal singolo estivo "Il Mambo Del Giubileo", che viene utilizzato come sigla di Stracult, programma della Rai sul cinema italiano (nel video del brano compare Flavia Vento, che è stata la conduttrice di una delle edizioni del programma).

Successivamente scrive e partecipa al film Il Segreto Del Giaguaro, per la regia di Antonello Fassari e con la partecipazione di Lando Buzzanca, Dario Ballantini, i Flaminio Maphia e Kurtis Blow, ricevendo il Premio AFI rivelazione dell'anno, il Premio Titano artista dell'anno ed una nomination al Premio Italiano della Musica.

Nel 2001 pubblica "Eurocontanti" (brano sull'Euro) e conduce l'omonimo show radiofonico su Rai Radio Due. Nel 2002, nel periodo estivo, pubblica La Grande Onda, terzo album, ed il singolo omonimo entra nella top 20. Oltre ai due brani citati l'album contiene la ballad "Sempre là". Nel 2008 La Grande Onda è in tutta Italia la canzone inno della protesta studentesca contro la riforma Gelmini del governo Berlusconi.

Nel 2004, con "Ladro di te", partecipa al Festival di Sanremo condotto da Simona Ventura e diretto da Tony Renis. Sul palco del Teatro Ariston propone la rilettura in chiave rap di "Chi non lavora non fa l'amore" di Adriano Celentano ricevendone i complimenti. Dopo la partecipazione al concerto del Primo Maggio a Roma, fa uscire l'album Tommaso, un progetto di impronta autobiografica ed introspettiva, che anticipa un viaggio a Tokyo per un tour live promozionale, che lo vedrà alla testa dell'Urban Festival (lo stesso anno "Supercafone" è sigla del campionato di calcio in Giappone). A novembre Tommaso riceve il Premio di miglior album hip hop da parte del M.E.I. (Meeting Etichette Indipendenti).

Nel 2005, fonda La Grande Onda, etichetta indipendente, impegnata nella ricerca e nel lancio di nuove realtà hip-hop emergenti. Nel 2008 conta già più di venti pubblicazioni ed è nominato direttore dell'Hip Hop M.E.I. dove ogni anno vengono assegnati in collaborazione con All Music, XL, Groove ed i migliori siti dell'hip hop italiano, i premi ufficiali dell'hip hop italiano.

Nel 2006 vince con il video di "Non fermateci", il primo da lui girato in compagnia del fotografo Alfredo Villa, il "Roma Videoclip Festival". Lo stesso anno pubblica il suo primo libro Pioggia che cade, vita che scorre, edito da Fazi, ovvero Tommaso “Piotta” Zanello racconta Lorenzo “Jovanotti” Cherubini cui segue Troppo Avanti - Come sopravvivere al mondo dello spettacolo, edito da Castelvecchi.

L’attività di produttore discografico (ha prodotto tra l’altro i primi tre album dei Cor Veleno, e poi Amir, Gel dei Truceboys ed Othello) si integra con il percorso artistico di Piotta, che parallelamente pubblica il suo quinto lavoro solista Multi Culti (Universal), un album ricco di ospiti stranieri ed italiani (CapaRezza, Turi, Bassi Maestro) e di contenuti, un mix di linguaggi, stili, religioni e culture, frutto dei numerosi ed intensi viaggi che Piotta ha intrapreso negli ultimi due anni. Al disco infatti hanno collaborato numerosi rapper e musicisti, tedeschi, francesi, senegalesi, americani.
L'album viene unanimemente giudicato come il suo miglior lavoro[senza fonte]. Piotta si esibisce di nuovo al concerto del Primo Maggio a Roma a San Giovanni, e a Sarajevo all'interno dell'evento "Rock No War".
Il primo singolo estratto è "Troppo avanti" (feat. Caparezza) il cui video vede la partecipazione degli amici del Trio Medusa, il secondo è l'estivo "Hey" (feat. Mariangela).
Solo per il mercato digitale e mobile esce nella stessa un suo singolo remixato in chiave dance "Senti che pezza".

Nel 2008 è il primo ed unico italiano invitato ad esibirsi al Warped Tour, l'unico tour itinerante che attraversa gli USA da est ad ovest. Si esibisce in una ventina di capitali statunitensi tra cui Los Angeles, San Francisco, Phoenix, Dallas, New Orleans, Atlanta e Miami. Nello stesso anno conduce due programmi radiofonici, Troppo Avanti - sulle storiche frequenze di Radio Città Futura - a base di hip hop e ragga e Liquid Charts - in tutta Italia - il primo ed unico programma dedicato alle classifiche digitali. Sempre nel 2008 arriva una collaborazione col cantautore Luca Bussoletti. Si tratta di un featuring nella canzone "L'uomo di vetro 2.0" che rimane tre mesi in classifica di vendite su I-tunes arrivando fino al primo posto e nella top 20 della classifica Nielsen.

Il nuovo album sarà disponibile a partire dal 30 Ottobre 2009 ed è anticipato dal nuovo singolo "S(u)ono Diverso".