Eugène Pottier

Canzoni contro la guerra di Eugène Pottier


Eugène Pottier (1816-1887) fu poeta e rivoluzionario. Nato a Parigi, di professione operaio e disegnatore tessile, partecipò attivamente alle lotte degli operai parigini nel 1848. Sotto il Secondo Impero fu ideatore e promotore della "Chambre Syndicale des Dessinateurs", che aderì in seguito all'Internazionale. Membro della guardia nazionale, prese parte ai combattimenti durante l'assedio di Parigi del 1870, in seguito alla disfatta di Sedan, e fu poi un influente membro della Comune di Parigi, ove fu eletto rappresentate del 2° Arrondissement.
Dopo la "Semaine sanglante", durante la quale la Comune fu schiacchiata nel sangue dalle truppe reazionarie di Thiers, dovette fuggire in Inghilterra essendo stato condannato a morte in contumacia. Dall'Inghilterra emigrò negli Stati Uniti, dove organizzò una rete di aiuto e solidarietà per i Comunardi deportati. Dopo l'amnistia generale del 1880 rientrò in Francia dove, nonostante la sua povertà, continuò a pubblicare canzoni e poesie.
Nel giugno 1871, ovvero pochi giorni dopo la fine nel sangue della Comune di Parigi, Eugène Pottier scrive il testo del canto per il quale è universalmente conosciuto: l' "Internationale". L'inno del movimento operaio mondiale, messo in musica nel 1888 da Pierre Degeyter (di Lille) conta versioni in quasi cento lingue diverse.


(Riccardo Venturi)