Davide Buzzi

Canzoni contro la guerra di Davide Buzzi

Sito ufficiale
Davide Buzzi inizia la sua carriera artistica nel 1982, quando è accanto a Gianpiero Albertini e Franco Diogene in "L'oro nel camino", pluripremiato film di Nelo Risi, prodotto in parte dalla Televisione Svizzera. Nel 1993 pubblica il suo primo CD "Da grande", completamente autoprodotto ed in seguito è un susseguirsi di esibizioni, concerti e concorsi, tra i quali il "Festival Internacional de l'Isla de Margarita", "Una voce per Sanremo", "Sanremo Nuovi Talenti", "A Voice for Europe", ecc. Nel 1997 si classifica secondo al Festival di Lissone con la canzone "Vuröss", dove si aggiudica pure il premio speciale per il miglior testo. Nel 1998 esce il suo secondo CD "Il Diavolo Rosso: Romaneschi", realizzato con la partecipazione di alcuni musicisti di fama internazionale. Nello stesso anno Davide vince il "Festival di Lissone: Cantem Insemma" con la canzone "Ul Vegèt di Mariunètt". Nel 2001 viene invitato ad esibirsi all'ARISTON CAFE', nell'aito delle manifestazioni collaterali al Festival di Sanremo. È stato insignito della "Targa Città di Milano" e di altri due premi internazionali, nel 2000 "PREMIO CITTA' SAN BONIFACIO" a Verona e nel 2002 "Premio Myrta Gabardi" a Sanremo. Nel 2004 esce un CD in USA e Australia, dal titolo "Ed io correvo...". Si tratta di un lavoro che riunisce vecchi brani e canzoni inedite del cantautore bleniese. Grazie a questo CD la sua canzone "Vuröss" viene inserita nella KAM Compilation 2006 della casa discografica Kid Antrim Music di Ronkonkoma, NY (USA) e nelle playlist di diverse radio in Australia e USA, dove scala le classifiche delle richieste. "Vur..ss" riscuote grande successo pure sul sito australiano www.mp3.com.au, dove riesce ad entrare nella TOP 100 delle canzoni pi.. richieste e scaricate del sito (su oltre 64'000 brani inseriti). Dopo alcuni anni passati ad esibirsi in varie parti dell'Europa (Davide ha tenuto concerti in Svezia, Svizzera, Italia, ex Yugoslavia, ecc.), nel 2005 Davide promuove ed assume la direzione artistica del progetto benefico "Together For A Smile", un CD compilation che riunisce artisti provenienti da Italia, Svezia, Australia e USA e realizzato per contribuire alla raccolta di fondi in favore della "Fondazione Elisa" di Locarno (Svizzera), un' associazione che si occupa dell'aiuto a bambini colpiti da gravi malattie e alle loro famiglie. La canzone "Caruso Bar", brano che da il titolo al progetto e che Davide Buzzi ha scritto in coppia con il cantautore svedese Joe Hansson viene anch'essa inserita nel sito australiano www.mp3.com.au, dove risale in classifica fino fino al 75° sito (su oltre 100'000 brani inseriti a quel momento). Nella classifica Pop/Rock il brano ha raggiunto il 10° posto, mentre per quanto riguarda la specifica chart Rock "Caruso Bar" si è issata fino ad un prestigioso 3° rango. Nel contempo l'emittente australiana Relax Radio inserisce la canzone "Caruso Bar" nella sua PlayList, dove è ancora in rotazione. Nel 2006, Davide Buzzi si presenta al pubblico con il suo nuovo album, dal titolo "Perdo pezzi", un lavoro al quale hanno partecipato numerosi artisti internazionali (fra i quali il cantautore italiano Leandro Barsotti ed il Country Man australiano Jason Kemp) e registrato in diversi studi fra Svezia, Svizzera, Australia, Isole Vergini Britanniche, USA e Italia. Il disco è stato lavorato e rifinito al Loto Studio di Filetto (RA) da Gianluca Lo Presti e masterizzato al Creative Mastering di Forlì da Stefano Cappelli.