Adriano Celentano

Canzoni contro la guerra di Adriano Celentano


Nato a Milano il 6 gennaio 1938. Cantante, attore
e autentica "colonna portante" della musica popolare italiana. Con oltre settanta milioni di dischi venduti è l'artista italiano più prolifico e conosciuto al mondo.

Il "molleggiato", così viene ben presto soprannominato, è sposato dal 1964 con Claudia Mori. E ha tre figli: Rosita, Giacomo e Rosalinda. Fa il suo debutto nel mondo dello spettacolo imitando il famoso attore americano Jerry Lewis. Nel 1957 esordisce come cantante rock al Palazzo del Ghiaccio di Milano, con l'accompagnamento del complesso musicale dei Rock boys; partecipa anche al "Processo al rock 'n roll", al Teatro Nuovo di Milano.

Ben presto arriva per lui una pioggia di successi, tra i quali "Ventiquattromila baci", brano con cui partecipa per la prima volta al Festival di Sanremo nel 1961, "Il tuo bacio è come un rock", "Pregherò", "Azzurro" (scritta da Paolo Conte),
"Il ragazzo della Via Gluck", "Chi non lavora non fa l'amore" (vincitrice del Festival di Sanremo del 1970 e cantata in coppia con la moglie Claudia Mori), "Svalutation". Sono solo alcuni dei suoi brani più famosi. Nel 1961, sulle orme del Clan Sinatra, fonda il "Clan Celentano", gruppo che riscuote subito grande successo e che lancia in seguito celebri interpreti. Nel 1962 il Clan debutta con "Stai lontana da me", un trionfo (più di un milione e 300 mila di copie vendute).

Le canzoni della sua maturità artistica sono spesso graffianti e ironiche e spesso anticipano e toccano temi scottanti come l'ecologia, la droga, il nucleare, la caccia e La corruzione (sia pure dal particolare punto di vista di Celentano, che è notoriamente un cattolico praticante ed anche con decisi, e a volte un po' forzati, accenti "messianici"). Tutti temi ancor oggi di stretta attualità.

È anche protagonista di pellicole di successo, come "Serafino", "Rugantino", "Geppo il folle" e tantissime altre. In televisione lo vediamo in "Fantastico" (1987), "Svalutation" (1982-'83) ed in altri celebri show.

Numerosi i libri che lo riguardano: "Il paradiso è un cavallo bianco che non suda mai", autobiografia scritta insieme a Ludovica Ripa di Meana (1982), "Il profeta e i farisei" (1987), "Il Re degli ignoranti" (1991). Due i riconoscimenti ottenuti: la Grolla d'Oro nel 1968 e l'Ambrogino d'Oro nel 1989. Nel 1999 conduce la trasmissione di RaiUno "Francamente me ne infischio", vincendo per lo stesso programma la prestigiosa Rosa d'oro al Festival internazionale della tv di Montreux. E da aprile 2001, sempre sulla rete ammiraglia Rai, lo show "125 milioni di caz..te", di cui cura anche la regia.

I fan possono trovare altre notizie sul sito internet ufficiale: http://www.celentano.it/.