Truzzi Broders

Canzoni contro la guerra di Truzzi Broders

Truzzi Broders
A Torino il termine truzzo vuol dire giovane teppistello di periferia, ma può anche indicare una persona costantemente inadeguata, contradditoria, fuori tempo e fuori moda.
La formazione originale dei TRUZZI BRODERS prevede Armando Casaroli alla chitarra, Marcello "Pastamatic" Salvati alla batteria, Renzo Rolando al basso ai quali si unisce poco dopo Roby Allazzetta alla voce e chitarra.
I Truzzi Broders iniziano a suonare nel 1982 in un centro di incontro comunale punto di riferimento del movimento anarco­punk torinese. I TB suonano un rock grezzo e scarno che fa da supporto a testi rigorosamente cantati in italiano (e in quel periodo sono quasi gli unici a farlo, a parte i punks, tutti gli altri cantano in inglese) in cui, con molta ironia, tentano di raccontare il disagio metropolitano. In alcune canzoni diventano più seri e parlano della lotta repubblicana in Irlanda del Nord, la guerra delle Falklands, i problemi del Centro America e della cacciata degli americani imperialisti un po' dappertutto.
Dal sito ufficiale: http://www.geocities.com/truzzibroders/