Underground Life

Canzoni contro la guerra di Underground Life

Il gruppo nasce a Monza nel 1977 su iniziativa del batterista Lorenzo La Torre e del chitarrista Egidio Pastore ai quali in breve tempo si uniscono il bassista Paolo Civita, il tastierista Antonio Cardellicchio e, appena più tardi, il cantante Giancarlo Onorato; l'unione delle avanguardie di diverse epoche e provenienti da diverse arti era il modus operanti del gruppo. Con questa formazione nel 1979 incidono il primo 45 giri "Noncurance". Dopo alcuni cambi di formazione e l'incisione di alcuni demotape, realizzano l'EP "Cross" (1981) seguito dal primo vero album "The Fox" (1983), caratterizzato dall'uso quasi esclusivo della lingua inglese per le liriche. Nel 1984 vengono scritturati dall'IRA di Firenze, all'epoca l'etichetta di riferimento per la new wave italiana, e partecipano alla compilation "Catalogue Issue" con due brani. L'anno successivo realizzano il suggestivo mix "Fuoco nella città di ghiaccio". Allontanatisi dall'IRA a causa di alcuni contrasti (simile a quanto accadrà per i Diaframma) e stabilizzatisi la formazione con l'ingresso di Enzo Onorato al basso, il gruppo incide "Filosofia dell'aria" e "Gloria Mundis" che originariamente sarebbe dovuto essere prodotto dall'ex Ultravox John Foxx. Approdati alla Lilium licenziano la raccolta "La primula rossa" e nel 1993 il loro ultimo lavoro, "Questo soave sabba" prodotto da Alberto Radius. Dopo il tour di promozione di "Questo soave sabba" il gruppo si scioglie e il cantante Giancarlo Onorato inizia la propria avventura solista

discografia completa scaricabile