Dal sito del Coro Hispano-Americano di Milano
http://www.corohispanoamericano.it/IsellaCesar.htm

"Compositore, chitarrista e cantante, nacque a Salta in Argentina nel 1938. A nove anni si presentò ad un concorso di canto e vinse il primo premio consistente in un pallone di calcio. A 17 anni entrò nel gruppo Los sin nombre. Le necessità economiche della famiglia lo obbligarono a trovare lavoro in uno stabilimento di sandwichs. In quel periodo strinse amicizia con i poeti salteni José Ríos e Manuel J. Castilla, che facilitarono il suo ingresso nel gruppo Los Fronterizos.

Figura emblematica della canzone latinoamericana, autore di più di 400 canzoni e protagonista dei grandi scenari del mondo, il suo è un percorso vasto in cui la contingenza sociale si fonda con il folklore. Con Armando Tejada Gómez oltre a Canción con todos, conosciuta in tutto il mondo, compose Canción de las simples cosas, Triunfo agrario, Fuego en Ahymaná, Los sueños de todo el mundo, quest’ultima creata in rappresentazione dell’Argentina per i mondiali di calcio del 1998 in Francia.

Isella appartiene a quel gruppo di musicisti che hanno fatto grande la musica latinoamericana come i cileni Violeta Parra, Patricio Manns e Víctor Jara (per la amicizia con Jara, quando fu detenuto in Argentina, fu accusato di appartenere alla resistenza cilena); gli uruguaiani Daniel Viglietti e Alfredo Zitarroza. Su tutto questo movimento la figura meravigliosa ed indimenticabile dell’argentino Atahualpa Yupanqui.

Ha musicato i poeti più rappresentativi dell’america latina come Pablo Neruda, Julio Cortázar, César Vallejo, Nicolás Guillén, Manuel J. Castilla e José Pedroni. Con altri ha scritto il libro "Memoria del foro, Nuevo Cancionero Latinoamericano 2, México 1982. Fu coinvolto da Ariel Ramirez per la prima incisione originale de La Misa Criolla, disco editato in tutto il mondo che battè il record di vendite con dodici milioni di copie vendute.

Isella ha cantato e suonato al Bolshoi di Mosca, e all'Olympia di Parigi, oltre che in decine di teatri nelle principali città dell'America latina, degli Stati Uniti e dell'Europa. E' stato anche Vicepresidente della Sociedad Argentina de Autores y Compositores; Direttore Generale del Centro Cultural San Martín, e collaboratore dell’Unesco."


Dal sito del Coro Hispano-Americano di Milano
http://www.corohispanoamericano.it/IsellaCesar.htm