Fabio Turchetti

Antiwar songs by Fabio Turchetti

Fabio Turchetti è un artista che si esprime principalmente attraverso l’uso dei mantici (bandoneòn e organetto) e quello della voce. Ha suonato in diverse parti del mondo da solo, con gruppi suoi o di cui fa parte. Partendo dal folk e dal jazz si è costruito un proprio linguaggio sonoro che esplora le possibilità dei propri strumenti, allo stesso tempo antico e moderno, e si diverte ad ogni nuovo incontro a reinventarsi la propria sintassi espressiva.

Ha cominciato a pubblicare album nel 1989. Inizialmente come cantante/ autore prodotto da varie label discografiche- tra cui la Sony-e in seguito poi come leader di progetti strumentali etno-jazz legati alla sua etichetta, il CPC -consorzio produttori cremonesi.

Dal 2005 fa parte dei Khaossia -etno ensemble salentina – gruppo di cui è il produttore, l’arrangiatore e il compositore e con cui ha suonato spesso negli USA (New York, Philadelphia, San Diego,ecc) in Europa (Londra, Parigi, Zurigo, Praga ecc ) e in Italia (Notte della taranta, Appennino folk festival, Isola folk festival,ecc).

Dal 2013 ha iniziato a tenere spesso concerti da solo: a Manila (international jazz festival 2013) a New York (Brooklyn accordion club 2014), a Londra ( Guilford accordion club 2014), a Philadelphia (Liberty bellows accordion club 2014),a Praga (Unijazz Citarna 2015) ancora Londra (Jamboree 2015) e ancora New York (Aams accordion festival 2015) e workshops sulla sua musica: all’ University of Asia and the Pacific- Manila Filippine 2009, all’ Aristotelis University- Salonicco Grecia 2013, alla St. Thomas University Manila 2013, e con i Khaossia a La Guardia high school-New York 2012, alla Adam Hall- San Diego 2013, alla Seton Hall University- Newark 2013, alla St Joseph University- Philadelphia 2013, al club Rybanaruby –Praga 2015.

Fabio scrive anche libri: “Note al margine-conversazioni al Danubio su radici, confini e musica con Terez Marosi” (Effige, Mi 2012), “Nella foresta-53 appunti di viaggi e musica” (Apostrofo, Cr 2014),”L’avventura del CPC- dieci anni di produzioni discografiche” (Adafa, Cr 2015) e progetti teatrali. Vale la pena citare “Mio angelo di cenere” basato sulle poesie di Mariella Mehr (un autrice svizzera di origine rom) registrato in diretta alla radio svizzera nel 2007 da cui è stato tratto l’omonimo cd e lo spettacolo teatrale.

http://www.fabioturchetti.com